Parole di latte torte di pannolini Home Chi sono Come lavoro E-Shop     Contatti

9.2.09

Allattamento al seno


Inauguro il blog con un argomento non certo originale, ma molto sentito da me e da tutte le neomamme.La mia esperienza di allattamento è stata un po' travagliata inizialmente ma è proseguita con successo e tutt'ora sto allattando due volte al giorno Anastasia che fra pochi giorni compirà gli 8 mesi, quindi mi posso ritenere soddisfatta.

Allattare significa molto più che nutrimento, molto più che saziare la fame: il calore della pelle, l'odore del respiro della mamma che si mescola con quello del vostro bambino procurano ad entrambi una dolcezza infinita. E' un momento bellissimo, ma molto impegnativo.

In genere un neonato succhia ogni due-tre ore, ma nel caso di Anastasia può sentire di farlo più frequentemente.Quindi non spaventatevi. Questa è una cosa che non vi diranno al corso preparto o all'ospedale o dal pediatra, appunto per non demoralizzarvi in partenza. Ma è un dato di fatto, può succedere che il vostro bimbo o la vostra bimba siano particolarmente esigenti e richiedano il seno molto spesso. Se però non cambia nell'arco del primo mese secondo me occorre dare dei ritmi.Io ci sono riuscita con una piccola aggiunta di latte artificiale. E non è vero-almeno per la mia esperienza- che il neonato si disabitua al capezzolo. Sono bastate due sole settimane per far prendere alla mia bambina l'abitudine di succhiare meno spesso e più a lungo.In questo modo noi saremo più riposate perchè l'allattamento al seno è un'esperienza unica, ma molto stancante per noi mamme ma anche per il bambino.C'è bisogno di assoluto riposo, soprattutto i primi mesi, qualche volta di un aiuto, qualche volta di una parola gentile di conforto, qualche volta di una consulenza.

Allattare al seno crea una sintonia di sostanze ormonali, un'altalena di emozioni che permette di conoscere la nostra creatura nell'intimità, è un momento magico che nessun altro che non lo prova non può capire.

Il latte materno ha un sacco di pregi per noi e per il bimbo:previene le infezioni alle vie respiratorie, le allergie, l'obesità; non aggrava il lavoro dei reni del piccolo; il latte materno è sempre pronto, senza dovere fare aspettare un neonato urlante che ha fame; il latte materno non costa nulla.....Per la mamma favorisce il ritorno dell'utero alle sue dimensioni originarie prevenendo emorragie dopo il parto; giova al fisico che torna più facilmente al peso iniziale.

Allattare al seno è una scelta.E' una scelta che va fatta consapevolmente, non è obbligatorio farlo per essere una brava mamma .Si è brave anche se si allatta col biberon, certo bisogna valutare i pro e i contro,valutare il proprio carattere, i ritmi della propria vita, le proprie priorità e sentirsi sempre bene con se stesse.

Riguardo a me è un'esperienza che col prossimo figlio rifarò, mi ha rinforzato spiritualmente, lo sguardo di Anastasia mentre prende il seno non si può spiegare, è un attimo solo nostro impenetrabile, magico.


2 commenti:

La casa nella prateria ha detto...

E' davvero magico... io non ci rinuncerei per niente al mondo!

*-cipi-* ha detto...

Noi abbiamo faticato i primi 3 mesi, ma era una cosa troppo importante per farmi rinunciare.
Ora siamo a 22 mesi e di semttere non ci pensiamo proprio. Quando sarà pronto per staccarsi lo farà lui.